Trova le migliori offerte nelle Alpi friulane

Città
Check-in
Check-out

Aspri massicci rocciosi, circondati da praterie d’alta quota, si elevano sopra boschi spettacolari e donano un fascino quasi selvaggio a queste montagne, che sono le più antiche dell’intero arco alpino e custodiscono fossili dell'intera scala del tempo geologico.

 

l Friuli Venezia Giulia presenta delle zone alpine di grande interesse naturalistico, escursionistico e turistico, come il territorio delle Alpi Carniche e quello delle Alpi Giulie. Le alpi friulane occupano il settore nord occidentale della regione ed una parte del Veneto. Comprendono catene montuose e cime di selvaggia bellezza come  il Mangart, lo Jôf Fuart, lo Jôf di Montasio ed il Monte Canin. Le principali aree turistiche montane sono i territori del Tarvisiano, della Carnia, del Piancavallo nelle Dolomiti Friulane, comprendendo note località come Sella Nevea, Tarvisio, Tolmezzo, Ravascletto, Piancavallo, Forni di Sopra. Oltre alle località più conosciute, anche il resto delle aree montane friulane merita di essere visitato: verdi pascoli, ombrosi boschi di abeti, ameni alpeggi e silenziosi laghi di montagna accompagnano i visitatori nelle splendide zone di Resia, Sauris, Barcis, Tramonti di Sopra o Claut.

Nel periodo estivo l’offerta escursionistica di quest’area montana del Friuli-Venezia Giulia è veramente ampia: una rete di sentieri che si estende per centinaia di chilometri con numerosi punti di appoggio fra rifugi alpini, casere e bivacchi garantiscono escursioni adatte a tutte le esigenze. Bellissimi anche i percorsi per le passeggiate a cavallo o mountain bike, i percorsi trekking fra rifugi, nonché le gite in canoa nei tanti laghi presenti nella regione. La morfologia delle montagne friulane e lo stretto rapporto fra l’acqua e le rocce calcaree rendono il Friuli una delle regioni italiane a più alta concentrazione di canyon e forre nell’ambiente alpino, un paradiso per gli appassionati di canyoning o torrentismo. Le montagne friulane presentano inoltre ancora notevoli testimonianze della Grande Guerra: a distanza di cento anni sentieri, trincee, mulattiere e resti di camminamenti possono essere percorsi alla scoperta dei luoghi che custodiscono le memorie di momenti di vita sul fronte carnico e delle battaglie che vi si sono svolte. Luoghi come le fortificazioni del Freikofel, nei pressi del Passo Monte Croce Carnico, testimoniano i cruenti

Nella stagione invernale protagonista assoluta delle montagne friulane è la neve, soprattutto nelle aree di Tarvisio, Sella Nevea, Piancavallo, Monte Zoncolan e Forni di Sopra. La zona di Tarvisio è ideale per praticare sport e attività all'aria aperta: escursioni, trekking, gite in mountain bike, passeggiate a cavallo, nordic walking, hydrospeed, torrentismo, parapendio, tarzaning nei parchi avventura e arrampicata sono fra le tante possibilità offerte dall'ambiente naturale del Tarvisiano. Basti pensare che la Foresta di Tarvisio, che si estende per ben 24.000 ettari, è la più grande foresta demaniale d'Italia. Ma il Tarvisiano è anche una delle più importanti aree sciistiche del Friuli-Venezia Giulia: oltre al comprensorio Tarvisio-Monte Lussari, comprende anche l’area di Sella Nevea, situata a 1.200 metri di quota tra il monte Canin e il Montasio, che deve il suo nome proprio alle abbondanti nevicate invernali. In estate Sella Nevea e l'Altopiano del Montasio si trasformano in una meta ideale per l'escursionismo, immersi nel Parco Naturale delle Prealpi Giulie in cui andare alla scoperta delle tipiche malghe di montagna per gustare prodotti tipici e genuini come il "frico". Confinando con l'Austria e la Slovenia l’area di Tarvisio risente in parte delle culture e delle lingue slave e tedesche, come testimoniato anche dall'ottima cucina che comprende specialità friulane, slovene e carinziane.

Verdissima di prati e pinete, la conca di Ravascletto è una rinomata località di vacanza, specialmente d’inverno. L’area sciistica dello Zoncolan, il polo più importante della regione, propone impianti di risalita veloci e confortevoli, piste assolate per ogni livello di difficoltà e un rientro a valle possibile con l’ausilio della funivia o con le nuove lunghe piste che collegano la cima a Ravascletto. Durante l’estate, ad attendere gli ospiti, incantevoli passeggiate ed escursioni per i boschi e le alture che coronano il paese. I più sportivi hanno a loro disposizione spettacolari tracciati da percorrere in mountain bike. A proposito di ciclismo: chi ama questo sport non potrà certo dimenticare le emozionanti tappe del Giro d’Italia che hanno visto il Monte Zoncolan come protagonista di diverse edizioni.

Tolmezzo è il capoluogo della Carnia. Il suggestivo centro storico conserva le tracce dell’impianto urbano quattrocentesco: passeggiando tra le vie della città si possono ammirare antichi palazzi nobiliari, ma anche abitazioni di dimensioni più modeste, testimonianza delle alterne vicende storiche che hanno interessato la località. La parte più caratteristica è il Borgàt, quartiere raccolto attorno a Piazza Mazzini, dove sorgono la Chiesa di S. Caterina e la più antica abitazione della città, Casa Janesi. Sulla piazza principale, Piazza XX Settembre, si affacciano, invece, il settecentesco Duomo di S. Martino e il Municipio. Poco distante sorgono Palazzo Frisacco, sede di mostre e manifestazioni, Casa Gortani, l’edificio delle vecchie carceri trasformato in Biblioteca Civica e Palazzo Campeis, che ospita il Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft