Trova le migliori offerte a Capri

Città
Check-in
Check-out

Capri, la “regina di roccia” di Pablo Neruda, da sempre è associata a un turismo glamour e d’élite. L'imperatore romano Tiberio fu tra i primi ad essere catturato dal fascino dell'isola, sulla quale si autoesiliò. E'sua la magnifica Villa Jovis, conosciuta come “palazzo di Tiberio”. Anche l'imperatore Augusto fu un frequentatore dell’isola, Capri era infatti molto amata dai romani, tanto da aver ospitato ben 12 ville imperiali. 

 

Nel blu cobalto del suo mare, è tutto un susseguirsi di grotte -se ne contano 65 - e di faraglioni. Di questi ultimi, tre sono i più noti: “Stella”, “Faraglione di mezzo” e “Scopolo”. Da non perdere una visita in motoscafo o con piccole imbarcazioni alla Grotta Azzurra il cui nome deriva dal magnifico colore dei fondali che si riflette in tutta la grotta. Magnifico il panorama sull'ampia insenatura di Marina Grande, il porticciolo dell’isola da dove parte la funicolare che in dodici minuti sale al paese di Capri.
Colma di angoli caratteristici: casette di tufo, tetti a terrazza, archi, pergolati, vie tortuose che sbucano sulla piazza Umberto I, la “Piazzetta” - un vero e proprio salotto all'aperto, raccolto attorno ai caffè da cui godere della splendida vista su Marina Grande -, la Chiesa di Santo Stefano e Palazzo Cerio - che un tempo fu il castello di Giovanna I d’Angiò, oggi sede del centro dedicato alla storia dell’isola -, ne fanno un luogo indimenticabile. 

Attraverso una scala si sale alla spianata della cappella di San Maria del soccorso: la vista sui golfi di Napoli e di Salerno è mozzafiato. Il belvedere di Tragara offre una veduta incantevole sui faraglioni e la Marina Piccola. Altrettanto spettacolare è l’Arco Naturale, quanto resta della volta di un’alta cavità a picco sulla costa.
Anacapri è il secondo centro dell’isola, immersa tra uliveti e vigne. Da visitare, in piazza San Nicola, la chiesa di San Michele dal bel pavimento maiolicato, e villa San Michele, il cui giardino con pergolato invita a una sosta. 

Altro luogo da non perdere: Capo Massullo, qui infatti sorge in una spettacolare posizione panoramica la casa color rosso pompeiano dello scrittore Curzio Malaparte, un edificio che rappresenta un capolavoro del razionalismo italiano.

Infine chi ama la natura deve salire sul monte Solaro, in seggiovia o a piedi attraverso una mulattiera: qui è possibile visitare anche i resti del Fortino di Bruto.

Il mare cristallino, i paesaggi mozzafiato, il buon cibo e l'immancabile movida. L'isola azzurra è splendida sotto ogni punto di vista, ma sconsigliata per chi cerca larghe spiagge di sabbia dove fare il bagno. Sì perchè a Capri il litorale è alto e roccioso, e la gran parte dei lidi sono costituiti da ciottoli o scogli da cui ci si può tuffare e ammirare panorami spettacolari. Raggiungerli non è quasi mai facile. Per arrivarci bisogna, infatti, scendere e poi risalire lungo ripide scalinate o sentieri immersi nella vegetazione. Adiacente al porto, dove arrivano gli aliscafi e i traghetti, si trova Marina Grande, la spiaggia più grande e affollata dell’isola. Nonostante la vicinanza al molo l’acqua è sempre pulita e cristallina. La lunga distesa di ciottoli si estende fino all’Hotel JK Place, uno degli alberghi storici dell’isola, ed è servita da due stabilimenti. La spiaggia è adatta ai bambini e perfetta per chi vuole fare un tuffo prima di partire, ma non per chi ama la tranquillità: durante le ore centrali della giornata, infatti, è sempre affollata. La spiaggia di Palazzo a Mare si trova sul versante di Marina Grande, è raggiungibile in barca, con una navetta, o a piedi attraverso una passeggiata tra le stradine della zona dove si trova il ristorante Da Paolino. E' una spiaggia di ciottoli. Vi sono uno stabilimento privato, un ristorante e un lembo di spiaggia libera.

La zona di Marina Piccola si affaccia sui Faraglioni di Capri ed è quindi una delle zone più belle di Capri per una giornata di mare. Insieme a Marina Grande è l'unica parte dell'isola dove ci sono delle vere spiagge. La baia di Marina Piccola è esposta al Sud e protetta dal Monte Solaro: è quindi sempre calda e poco ventilata. Nelle giornate invernali non è infatti raro trovare capresi che fanno il bagno qui. 

Ai piedi dei Faraglioni di Capri si trovano due stabilimenti balneari con ristorante. Qui la costa è solo rocciosa e ci si tuffa in acqua profonda. Per arrivarci bisogna percorrere il sentiero che parte dal Belvedere di Punta Tragara. Entrambi gli stabilimenti offrono anche un servizio barca da e per Marina Piccola. Sono l'ideale per una lunga giornata di mare e relax in uno scenario naturale spettacolare e incontaminato.

La zona del Faro è la località di mare più amata dai capresi. Un po' perché è la più lontana dai flussi del turismo di massa, ma sopratutto perché qui ci si può godere del sole fino al tramonto. E' l'unico luogo di Capri dove infatti si può ammirare il tramonto sul mare. Sotto l'ombra del Faro, sulle terrazze di roccia, si trovano uno stabilimento privato con piscina e ristorante e un'area libera. Nell'area libera ci sono due bar dove è anche possibile affittare sedie a sdraio.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft