Le terme e il turismo termale, anche se di origine molto remota, hanno avuto la caratteristica di legare il benessere alla visita dei luoghi, dove il rapporto fra ambiente e salute è sempre stato molto stretto. Le principali aree termali, infatti sono sempre state localizzate in particolari scrigni di biodiversità sia naturale che culturali. 
L’impiego delle acque termali per idroterapia, nel bacino del Mediterraneo, era conosciuto fin dai tempi antichi; se i Greci furono tra i primi popoli a conoscere e apprezzare le acque termali, i Romani esaltarono questo strumento di cura e di relax attraverso la realizzazione delle monumentali Thermae pubbliche (nella sola città di Roma più di 800 erano gli stabilimenti termali pubblici e privati).

L’Italia è il Paese europeo che vanta il maggior numero di stabilimenti termali, grazie alla sua particolare conformazione geologica, ricca di fenomeni vulcanici. Le località “termali” sono 93, le regioni con il più alto numero di stabilimenti termali sono la Campania (114) e il Veneto (110), seguite nell’ordine dall’Emilia-Romagna (24), dalla Toscana (22), dal Lazio (18) e dalla Lombardia (16). 

Il sistema termale italiano si caratterizza per la complessità della sua struttura. Vi sono infatti strutture che affiancano alla tipica attività termale anche quella relativa all’imbottigliamento di acque, ai servizi sanitari, ai servizi benessere oltre che fitness e attività cosmetiche.

 

Le Terme dell’Isola di Ischia, in Campania sono tra le terme in Italia migliori e anche tra le più conosciute all’estero. L’isola dell’arcipelago napoletano vanta delle acque termali ricche di minerali e ben 29 bacini, più sorgenti di acqua termale e fumarole.

 

Terme di Pantelleria, Sicilia. Forse non tutti lo sanno ma a Pantelleria ci sono numerose sorgenti di acqua termale grazie all’origine vulcanica dell’isola. Anzi, si può dire che siamo in un vero e proprio centro termale a cielo aperto. Le terme di Pantelleria sono libere e gratuite per tutti. Tra le zone migliori per approfittare delle calde e benefiche acque ci sono Gadir, Nikà, il Lago Specchio di Venere e la grotta di Sataria.

 

Terme di Agnano, Campania. Conosciute e apprezzate da millenni, le terme di Agnano, in provincia di Napoli, sono anche tra i bacini termali più grandi d’Italia. Il parco termale di Agnano è stato recentemente rinnovato e si trova nella conca di Agnano, una bellissima area verde e rilassante, con vasche sia interne che esterne. È aperto tutto l’anno.

 

Terme di Chianciano, Toscana. Un altro famosissimo centro termale in Italia è Chianciano, le cui acque hanno proprietà benefiche per diverse parti del corpo, tra cui in particolare il fegato e l’apparato gastroenterico.

 

Terme di Saturnia, Toscana. Le terme di Saturnia sono considerate tra le migliori terme d’Italia e sono costituite da una fonte da cui sgorga l’acqua a circa 37 gradi. La fonte alimenta le Cascate del mulino, terme gratuite fatte di vasche di calcare su diversi livelli e il Parco termale di Saturnia, a pagamento, con hotel annesso. Il Parco Termale di Saturnia è uno dei più grandi d’Europa, con quattro piscine termali all’aperto.

 

Terme di Viterbo, Lazio. Tra le terme del centro Italia, quelle di Viterbo sono tra le più estese. Qui si trovano sia zone dove le terme sono gratuite, come per esempio Piscine Carletti, Bullicame e Bagnaccio, che complessi termali a pagamento e hotel con terme e spa.

 

Terme di Fiuggi, Lazio. Nella bella Ciociaria, in Lazio, si trovano le terme di Fiuggi, famose anche fin da tempi molto antichi.

 

Terme di San Filippo ai Bagni, Toscana. San Filippo ai bagni è un piccolo paese nel sud della Toscana tra la Val d’Orcia e il Monte Amiata. Questo luogo è noto fin dai tempi antichi per le fonti termali e il paesaggio naturale fatto di cascate e bianche vasche di calcare immerse nel bosco. Le terme di San Filippo ai Bagni sono tra le terme gratuite in Italia e sicuramente tra le più belle per il loro fascino ancora in qualche modo selvaggio.

 

Terme di Bormio, Lombardia. Le terme di Bormio si trovano nella bellissima Valtellina, una destinazione perfetta per le vacanze in ogni stagione. Qui troverete i Bagni Vecchi, di antica origine (si dice apprezzati già da Plinio il Vecchio), i Bagni Nuovi e Bormio Terme.

 

Terme di Colà di Lazise, Veneto. Le terme di Colà di Lazise si trovano in un grande parco verde in mezzo ad alberi sempreverdi. Dal punto di vista naturalistico sono per questo molto belle. Il lago del parco termale è all’aperto e vi possono accedere anche i bambini, dato che ha alcune zone con fondale più basso adatte ai più piccoli. All’interno del lago ci sono delle grotte e delle vasche interne a temperature più alte.

 

Terme di Abano, Veneto. Restando in Veneto tra le terme del nord Italia quelle di Abano sono tra le più famose.

Terme di Sirmione, Lombardia. Sirmione è una località sul lago di Garda molto romantica ed elegante, qui si trova un complesso termale che offre piscine affacciate sul lago, trattamenti benessere, saune e anche un solarium per chi visita le terme in primavera o estate.

 

Terme di Prè San Didier, Val d’Aosta. Tra le terme del nord Italia, in Val d’Aosta ci sono le terme di Prè San Didier, ai piedi del Monte Bianco. Più di quaranta percorsi termali perfetti per chi ama le terme in montagna e il relax con vista sulle nevi perenni.

 

Terme di Salsomaggiore, Emilia-Romagna. La cittadina di Salsomaggiore, in provincia di Parma, è sempre stata un centro rinomato per le vacanze termali in Italia. Le sue acque salsobromoiodiche, già note ai tempi dei romani, hanno molteplici proprietà curative. Il complesso più famoso è quello delle Terme Berzieri che all’interno di un elegante palazzo in stile liberty nel centro di Salsomaggiore, ospita diverse piscine interne, percorsi wellness e trattamenti benessere

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft