Trova le migliori offerte sul Lago Maggiore

Città
Check-in
Check-out

Panorami mozzafiato, tramonti indimenticabili, colori unici: il Lago Maggiore è una meraviglia imperdibile. Sulla sponda lombarda del Lago Maggiore sono affacciati i paesi di Sesto Calende, Angera, Santa Caterina del Sasso, Laveno, Luino e Maccagno, ognuna con proprie bellezze naturalistiche e architettoniche, tipiche dei paesi lacustri.

 

Le località lacustri della sponda lombarda del Lago Maggore fanno parte della Provincia di  Varese. La città capoluogo di provincia è lambita dalle acque del Lago di Varese e si adagia su sette colli, Biumo Superiore, Giubiano, San Pedrino, Sant’Albino, Montalbano, Campigli e Miogni. Varese è circondata dalle storiche “castellanze”, rioni situati intorno al centro storico: un tempo località autonome, oggi sono parte integrante della città. Tra i luoghi di interesse storico - culturale, vi sono l’antico Castello di Masnago e la seicentesca Villa Mirabello, quest’ultima circondata da un magnifico parco. Varese è infatti famosa per i suoi numerosi giardini e per le sue aree verdi, tanto da essere conosciuta anche come “città- giardino”. Situata all’interno del Parco Regionale dei Fiori, Varese offre numerose possibilità di svago nella natura dove praticare jogging, ciclismo e trekking per ogni gusto.

Tra le meraviglie storiche della sponda lombarda del Lago Maggiore la Rocca di Angera, è una delle più importanti testimonianze medievali ancora oggi ben conservata così come l’Eremo di Santa Caterina del Sasso, uno splendido monastero risalente al XIV secolo a strapiombo sulle acque del lago.

La fortezza di Angera è una sosta obbligata per chi passa da queste parti. Costruita dai longobardi, per secoli ha rappresentato la più importante roccaforte militare per il controllo del territorio, insieme alla Rocca di Arona. Da qui si domina tutta la parte meridionale del lago, oltre che buona parte dell' arco alpino. La sua meravigliosa sala della Giustizia, ricoperta di affreschi risalenti al Trecento, è un esempio meraviglioso di arte celebrativa, con il ciclo principale dedicato alla vita dell' Arcivescovo Ottone Visconti. In un’altra ala della fortezza si trova l' incredibile museo delle bambole, unico in Italia e tra i pochi in Europa, una curiosa esposizione della collezione privata appartenuta alla contessa Bona Borromeo. Da Angera, risalendo il lago in direzione della Svizzera, si arriva a Laveno-Mombello, uno dei centri principali di questa sponda. Con un centro storico piccolo ma carico di suggestioni, Laveno è ideale per un paio di giorni di pieno relax.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft