Insieme alle leggi, ai costumi, alla tecnica, alla lingua, la Serenissima influenzò decisamente, nei territori da lei assoggettati, anche la gastronomia. E per parte sua se ne lasciò volentieri influenzare attraverso gli scambi ed i commerci con altre terre.


E per parte sua se ne lasciò volentieri influenzare attraverso gli scambi ed i commerci con altre terre. Come accadde con il granturco dalla metà del Cinquecento divenuto, con la polenta, la base dell’alimentazione veneta. Un altro prodotto che in queste terre contende il primato alla polenta è il riso. La lista dei piatti di riso è lunghissima, più lunga che in ogni altra regione italiana. L’estensione di questa regione e la varietà di ambienti che la compongono, con coste, laghi, lagune ed alte montagne, le consentono di avere un’ampia varietà di prodotti. Moltissimi sono infatti i prodotti offerti dal territorio, prodotti che riflettono le antiche tradizioni marinare della Repubblica Veneziana, con i suoi traffici con il medio e l'estremo Oriente che ne hanno arricchito e variegato a dismisura il ricettario. Le navi mercantili della Serenissima portavano nella città lagunare il sale, il pepe, lo zenzero e lo zafferano dalla lontana Cina: spezie in grado di stimolare la fantasia dei cuochi locali che dettero vita a un'arte culinaria unica nel suo genere, anche se non vanno assolutamente dimenticate le specialità che abbondano nelle altre provincie: Treviso, Padova, Vicenza e Verona possono vantare ricette diventate famose in tutta Italia per bontà ed originalità.

 

I prodotti tipici

Il Montasio DOP ha un’area di produzione posta a cavallo tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. E’ un tipico formaggio da tavola, dal gusto aromatico e intenso, leggermente piccante nelle forme più stagionate. L’Asiago DOP lega il proprio nome all’omonimo altopiano, rinomato fin dall’anno mille per i suoi pascoli ricchi di ottimo foraggio. Un altro rappresentante dei prodotti tipici del Veneto, meno noto, ma di notevole pregio, è il Monte Veronese DOP, classico formaggio da taglio e da polenta la cui qualità deriva anzitutto dalle caratteristiche pedoclimatiche della zona di produzione: la Lessinia e il Monte Baldo. Con Lombardia e Trentino, il Veneto partecipa alla produzione dell’olio extravergine di oliva Garda DOP, proveniente dalla riva orientale del più grande lago d’Italia. L’allevamento suino è molto diffuso, soprattutto in aziende di grandi dimensioni, nelle provincie di Treviso e di Padova e da esso derivano alcuni importanti prodotti tipici del Veneto. Innanzitutto il raro e pregiato Prosciutto Veneto Berico Euganeo DOP. Il Veneto ha il merito di avere promosso ed ottenuto anche il riconoscimento di molti prodotti tipici ortofrutticoli. Dai comuni attorno all’altopiano lamonese, in provincia di Belluno, viene il Fagiolo di Lamon IGP della Vallata Bellunese. Padova, Treviso e Venezia sono invece le provincie in cui è il radicchio ad essere l’ortaggio che gode della maggiore tradizione. Il più conosciuto è il Radicchio Rosso di Treviso IGP. Si tratta di un tipo di cicoria (Cichorium intybus silvestre) sottoposto ad un particolare metodo di coltivazione – detto forzatura – che porta all’imbianchimento delle coste. Parente prossimo del rosso trevigiano, è il Radicchio Variegato di Castelfranco IGP. Lo caratterizza la particolare colorazione delle foglie che, grazie all’operazione di forzatura, acquistano un tipico colore bianco crema con variegature di tinte diverse: dal rosa chiaro, al rosso violaceo e al rosso vivo. Fra i prodotti tipici del Veneto va senz’altro citato un particolare tipo di riso coltivato nei terreni irrigui della pianura veronese: il Riso Nano Vialone Veronese IGP. Altri prodotti tipici del Veneto riconosciuti a denominazione d’origine o indicazione geografica in Veneto, sono: l’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP, la Ciliegia di Marostica IGP, il Marrone di San Zeno DOP, la Sopressa Vicentina DOP, e i Salamini Italiani alla Cacciatora DOP.
 

I vini

Il Veneto offre, grazie alla tipologia del territorio che spazia dalle pianure alle montagne, molte e differenti tipologie di vini, numerose delle quali con marchio DOC, ben 22, e 7 DOCG. Da nominare assolutamente l'Amarone Valpolicella, il Bardolino Superiore, il Prosecco Conegliano Valdobbiabene, e ancora il Recioto di Gambellara, e il Soave Superiore. Tra gli spumanti citiamo il Colli Euganei bianco spumante e il Garda chardonnay. Queste le DOC venete:

Arcole, Bagnoli di Sopra o Bagnoli, Bardolino, Bianco di Custoza o Custoza, Breganze, Colli Berici, Colli Euganei, Corti Benedettine del Padovano, Gambellara, Garda, Lessini Durello, Lison-Pramaggiore, Lugana, Merlara, Montello-Colli Asolani, Monti Lessini, Piave, Prosecco, Riviera del Brenta, San Martino della Battaglia, Soave, Valpolicella, Valpolicella Ripasso, Venezia, Vicenza, Vigneti della Serenissima o Serenissima.

Scopri alcune specialità tipiche venete

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft