Il paese si snoda lungo un percorso conico che sale su per la collina fino a raggiungere il campo sportivo. Le case sono abitazioni contadine in sassi, pietra bianca o in muratura. La Torre del Priore, edificio storico, è appartenuta anche ai Templari. La passeggiata per il borgo, davvero gradevole, permette una sosta ai "pisciarelli", antiche fonti da cui sgorga un'acqua freschissima e limpida. Nel centro storico restano alcuni antichi palazzi di età feudale, dimore dei signorotti del tempo, e strette stradine dove la vita sembra scorrere secondo i ritmi lenti e tranquilli dei suoi abitanti. A poca distanza dal paese è possibile una escursione risalendo il corso del canale dei Tigli e immergendosi nel folto della vegetazione. Percorrendo le strette viuzze del borgo, dove si ammirano portali e stipiti artisticamente incisi, si arriva all’Arco Calabrese (XIV sec.), l’unico arco ligneo della zona, conservato intatto nel tempo. Proseguendo attraverso il centro storico, si sale verso la Chiesa di San Giuseppe (XVI sec.), importante per il portale in stile gotico e per la presenza di un interessante altare in pietra. L’Arco dei Mille (XV sec.) offre un ampio panorama e invita a scoprire la struttura monumentale della Fontana Muta (XIX sec.), le cui acque scivolano, silenziose e discrete, negli imponenti abbeveratoi in pietra. 

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft