Fondata dai Fenici ha un patrimonio architettonico ricchissimo, con le tante chiese, il castello di Serravalle e le Torri costiere dei dintorni. Icona del borgo, le vecchie concerie lungo la riva sinistra del fiume Temo. Di grande effetto scenico il loro profilo variopinto osservato dal ponte vecchio, tra file di barchette ormeggiate lungo i moli. Non si può lasciare Bosa senza aver assaggiato S'azzada, la zuppa tradizionale di aragosta.  

Lungo la litoranea Bosa-Alghero si trova spiaggia La Speranza (Ss). Il nome di questa spiaggia deriva dalla piccola chiesa costruita nelle vicinanze. Ben attrezzata, è anche frequentata dai buongustai per la presenza del ristorante. proseguendo sulla litoranea in basso, tra cespugli di mirto, lentisco, euforbia, corbezzolo e lavandula, si aprono aree di sosta panoramiche su Porto Tangone e Capo Marrargiu, Sito di importanza comunitaria (Sic) dove volteggiano grifoni e aquile, meta di trekking.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft