Città dalla lunga storia e fondamentale durante la Seconda Guerra Mondiale, è Patrimonio dell'Umanità. Fondata da Giulio Cesare con il nome di Forum Iulii, da cui viene il nome Friuli, nel 568 d.C. Cividale divenne sede del primo ducato longobardo in Italia e in seguito, per alcuni secoli, residenza dei Patriarchi di Aquileia. La città conserva significative testimonianze longobarde, prima fra tutte il Tempietto, una delle più straordinarie e misteriose architetture alto-medievali occidentali. Altri tesori sono custoditi nei due musei cittadini: l'altare fatto costruire dal duca Ratchis e il battistero del patriarca Callisto sono visibili nel prezioso Museo Cristiano del Duomo, mentre il Museo Archeologico Nazionale espone i corredi delle necropoli longobarde cividalesi.
Da non perdere il Ponte del Diavolo: gli abitanti, non in grado di costruirlo vista la pericolosità del punto, chiesero aiuto al Diavolo, in cambio dell'anima del primo che lo avrebbe attraversato. Egli costruì rapidamente il ponte con l'aiuto di sua nonna diavolessa, che portò nel grembiule il grande masso al centro del fiume, tre le arcate. I cividalesi però non erano sciocchi: facendo attraversare un cane ingannarono così il Diavolo.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft