Il Delta del Po è uno spazio fra terra e mare dove la natura è sovrana. Una  zona che include nove comuni della provincia di Rovigo, il cui fascino risiede anche nella forza che la natura ha esercitato sull'uomo e sul suo tentativo di contenerla, e nel tacito patto che li lega indissolubilmente da secoli.

Sul delta del Po gli "elementi" regnano sovrani, combinandosi casualmente secondo leggi mai prevedibili. Il Delta del Po si estende su un'area di oltre 400 kmq di superficie e rappresenta il più grande parco naturale italiano nonché la zona umida più estesa d'Europa.

Vi sono nel territorio motivi di interesse archeologico ed artistico, come Adria e S. Basilio di Ariano Polesine, ma la maggiore ricchezza risiede appunto nell'ambiente, dove flora e fauna fanno entrambi parte di un delicatissimo ecosistema composto di canali, paludi, lagune, canneti e banchi di sabbia. Qua e là affiorano i "casoni", ossia le tipiche capanne dal grande camino, punto di riferimento per il pescatore e per il guardiano di valle.

La sua fauna conta svariate centinaia di specie di uccelli stanziali e migratori quali oche, anitre, falchi delle paludi, nitticore, beccaccini e aironi. Grande fascino però esercita sul visitatore anche la flora coi suoi fiori variopinti, i canneti, i pioppi, lecci e i pini marittimi.

Il Delta che vediamo oggi è il risultato della sedimentazione del fiume Po unita agli interventi dell’uomo che nei secoli ha controllato le acque e fatto bonifiche nei terreni della zona. Il territorio è costituito da diversi ambienti, tutti affascinanti e unici nel loro genere: la campagna, le dune fossili, gli argini, le valli da pesca, le lagune e gli scanni.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft