Quello delle ceramiche di Deruta è un marchio prestigioso, conosciuto praticamente ovunque, sia in Italia che all’estero. Il luogo dove queste meraviglie d’artigianato vengono realizzate è un pittoresco borgo a circa 15 chilometri da Perugia. Entrando a Deruta da Porta di S.Michele Arcangelo si incontrano i resti delle antiche fornaci adibite alla produzione di ceramiche, una delle quali del '5OO, prosesuendo si giunge nella piazzetta Biordo Michelotti, su cui si affaccia l'ex chiesa di San Michele Arcangelo. Costruita nel 1163, e decorata da mattonelle, una volta era sede della Compagnia di Rosario o della Morte; di fronte si trova una Fontana (costruita nel 1848 su progetto dell'ingegnere Fiorenzo Cherubini) a pianta poligonale. Nella centrale Piazza dei Consoli si erge il Palazzo Comunale, al cui interno si trovano resti archeologici del periodo romano, medioevale e rinascimentale.  La Pinacoteca raccoglie molte pitture provenienti dall'antistante chiesa di San Francesco, da quella di Sant'Antonio Abate, dall'ex ospedale di San Giacomo e dalla chiesa dei Defunti di Ripabianca. Sono assolutamente da ammirare le cinquantadue tele donate nel 1937 dagli eredi di Lione Pascoli, comprendente tele di: Niccolò di Liberatore detto l'Alunno, del Perugino, di Guido Reni, di Fiorenzo di Lorenzo, di Peter Van Bloemen, di Antonio Amorosi e di Francesco Graziani, detto Ciccio Napoletano.

Copyright © 2021 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft