L'aristocrazia asburgica si recava qui per le pregiate Terme Marine. Da visitare le sue chiese e l'Isola di Barbana, davanti alla città. Da ammirare la sua laguna ricca di isole caratterizzata dai casoni, semplici abitazioni con tetto di paglia utilizzate dai pescatori che si spostavano grazie alla batela, tipica imbarcazione. Le spiagge di Grado sono sabbiose e lentamente digradanti verso il mare, ricche di biodiversità marina. 

Nelle piazzette e nelle viuzze del centro della cittadina, si respira la storia di quella che molti conoscono come la madre di Venezia, in quanto Grado nacque in epoca romana come importante porto in funzione al sistema portuale di Aquileia. Il centro storico è un pittoresco labirinto di calli e campielli, con architetture tradizionali tratteggiate da muri di pietra, piccole finestre, strette scalinate esterne e caratteristici comignoli. Un tessuto urbano rimasto inalterato nel tempo, volto tipico di un borgo marinaro altoadriatico. Gravo vecio (il castrum è conosciuto anche con questo nome) con la sua atmosfera incantevole vi accoglie appena fuori dalla spiaggia e vi invita a perdervi nel suo ‘gomitolo’ di viuzze, dove potrete scoprire luoghi romantici e gustare le specialità tipiche locali in uno dei tanti ristoranti o trattorie dal fascino unico.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft