Sperlonga mantiene intatto il suo fascino anche se, negli ultimi anni, da tranquillo borgo di pescatori si è trasformato in un centro di soggiorno balneare. L’anima del borgo, arroccato su una rupe che divide due spiagge, è ancora nel suo dedalo di vicoli, nelle scalinate e nelle casette bianche che regalano un profilo squisitamente mediterraneo. Il nome della località deriverebbe dal latino speluncae, a causa delle grotte lungo la falesia. Gli antichi pensavano che fossero abitate dalle ninfe.

A Sperlonga il mare è limpido e trasparente, il litorale è quasi esclusivamente fatto di stabilimenti privati. La zona libera più estesa è la Spiaggia dell'Angolo, riserva marina di Villa di Tiberio, Capovento e Punta Cetarola, a ridosso della grotta di Tiberio. Prima spiaggia è il nome con cui è conosciuta la spiaggia che si trova prima del centro storico in direzione di Roma. Questa spiaggia è famosa per la presenza di una sorgente di acqua dolce e fredda. Dopo il centro storico di Sperlonga, in direzione di Napoli, c'è la Seconda spiaggia che è più selvaggia e con acqua altrettanto bella e trasparente.

Copyright © 2020 Visitit.it - Via Galliano, 36, Riccione (RN) - Italia
Sito web creato con ericsoft